50 e oltre
La Galleria Cortina
1962-2013
50 e oltre
La Galleria Cortina - 1962-2013
Giuseppe Novello - 1985
Giuseppe Novello 1985 , catalogo
Giuseppe Novello 1985 , catalogo

Di Novello, mi piace la grazia visionaria.

In questa grazia convergono esperienze disparate che raggiungono unità di grande acutezza. Converge, anzitutto, un senso pittorico che dalla tradizione ottocentesca, trae nutrimento per una modernità riassumibile nel confortante stile degli interni domestici e i paesaggi percorsi da un favoloso essere testimoni di un mondo civico, da cui non sono intaccati. Converge altresì, una lezione cinematografica, che ricorda gli scorci memorabili di Visconti e le aperture di De Sica. Converge infine il melodramma e direi che questa è la nota più nuova, perchè la luce, la preziosa luce di Novello rimanda alle stanze dove Violetta consuma la sua "gioia" tragica, o a quegli orizzonti in cui si perde il Trovatore

Giuseppe Novello
Giuseppe Novello

Ecco, questa pluralità di suggestioni dimostra quanto ricco e inquieto sia il mondo percettivo di Novello, e quanto la sua grazia, apparentemente conciliare e solare, nasconda inquietudini e attenzioni al corso degli eventi contemporanei. E poi l'ironia... che temperamento ariostesco, Novello!

I suoi personaggi, magari immersi in una platea di poltrone vuote, sembrano legati alla realtà quotidiana ma, in verità, hanno tutti in cuore un Ippogrifo con cui volare sulla luna.

Novello, interprete della solitudine, sa bene, da anarchico illuminato da una fede del mistero, quanto basti il calore di un oggetto per rendere solare e persino animato questo sentimento la cui nobiltà è assoluta.

Novello: un solitario che conosce il bene di rendere, con la sua pittura, meno soli.


Alberto Bevilacqua.


Testo tratto da:
Giuseppe Novello, catalogo mostra, Galleria d'arte Cavour - Cortina 1985.

Alcune opere esposte