50 e oltre
La Galleria Cortina
1962-2013
50 e oltre
La Galleria Cortina - 1962-2013
Sala 8 - Spazialismo & Informale
Sala 8 - Spazialismo & Informle
Sala 8 - Spazialismo & Informle

L’ottava sala dà adito alla riflessione, una riflessione sull’arte, sulla forma e sullo spazio. Le opere qui presenti, quelle di Lucio Fontana, Roberto Crippa, Georges Mathieu e Gianni Dova, premiano infatti la dimensione concettuale dell’arte e cercano di trasmettere all’osservatore qualcosa di più di quel che raffigurano.

Informale e Spazialismo. Il primo raggruppa una serie di esperienze estetiche di matrice astratta che condividono una caratteristica fondamentale: il rifiuto di qualsiasi forma. Per quanto vi sia legato, l’Informale si differenzia così nettamente dall’arte astratta. In quest’ultima le forme, non più imitate dalla natura, nascono direttamente dalla visione dell’artista, ma rimangono pur sempre forme. Rifiutando il concetto di forma, l’Informale si differenzia dalla semplice astrazione e ne costituisce contemporaneamente un ampliamento, da intendere come possibilità di creare immagini nuove ma anche come allargamento del concetto di creatività artistica.

Lo Spazialismo ha in comune con l’Informale il rifiuto della forma, ma afferma anche un nuovo modo di concepire lo spazio. Nella visione degli artisti spazialisti l’arte deve liberarsi dai limiti della tela o della materia per espandersi attraverso nuove forme e tecniche espressive. Le loro opere mirano a suscitare atmosfere immateriali proponendo una visione inedita di spazi che vanno al di là dello spazio percettivo naturale.


Fonte:
http://www.francescomorante.it/pag_3/315.htm
Video
Galleria di immagini