50 e oltre
La Galleria Cortina
1962-2013
50 e oltre
La Galleria Cortina - 1962-2013
Henri Chopin
Henri Chopin
Henri Chopin

Henri Chopin nasce a Parigi il 18 giugno del 1922.

È una figura chiave nel mondo delle avanguardie artistiche e della letteratura del secondo dopoguerra: poeta, musicista, pittore, grafico, regista e sperimentatore nel campo della poesia sonora, nonché curatore e critico.

La sua attività artistica inizia a Parigi dove, nella metà degli anni ’40, incontra i più rappresentativi artisti sperimentali, tra cui Pierre Albert Birot, Man Ray, Michel Seuphor, Raoul Hausmann, Marcel Duchamp, Marcel Janco, César Domela e il gruppo dei Lettristi.

Henri Chopin nel vivo di una performance di poesia sonora
Henri Chopin nel vivo di una performance di poesia sonora.
Henri Chopin nel vivo di una performance di poesia sonora
Henri Chopin nel vivo di una performance di poesia sonora.

Le sue sperimentazioni nel campo delle registrazioni sonore non hanno inizio prima della visione del film di Isidore Isou, "Traite de Bave et d’Eternite" (1952). La colonna sonora del film era stata realizzata da Francois Dufrene utilizzando la voce, ma evitando l’uso di parole.

Inspirato da Deufrene e dai primi dadaisti, intorno alla metà degli anni ’50, Chopin comincia i suoi esperimenti con le registrazioni vocali, così come a registrare alcuni dei primi poeti sonori, come Raoul Hausmann, uno dei fondatori del Dadaismo a Berlino nel 1918. A differenza della poesia sonora dei dadaisti, ancora legata alle parole, quella di Chopin (seguendo l’esempio di Deufrene) si focalizza spesso sulla pura essenza dei suoni che la voce è capace di rendere.

Henri Chopin - Les filtres percés, 2003
Henri Chopin - "Les filtres percés", 2003.
Henri Chopin - Les filtres percés, 2003
Henri Chopin - "Les filtres percés", 2003.

Nello stesso periodo comincia ad esporre le sue opere di ambito visuale, tra cui i suoi dattilopoemi (o poemi a macchina da scrivere), in cui utilizza le lettere della macchina da scrivere per creare immagini.

Nel 1958 fonda la rivista Cinquième Saison, che diventa OU nel 1964 e viene pubblicata fino al 1974. Tale rivista ha avuto il merito di riunire artisti legati al Dadaismo, al Surrealismo, al Lettrismo, al gruppo Fluxus, alla Beat Poetry ed alla Poesia Concreta.

Negli anni ’60 lavora a Parigi come regista per la radio e la televisione fino al fallimento dei moti del ’68, quando si trasferisce in Inghilterra, nella contea di Essex. Nel 1969, alla Tangent Records di Londra, registra un LP intitolato Audiopoems.

Henri Chopin - Audiopoems, 1971, vinyl LP
Henri Chopin - "Audiopoems", 1971, vinyl LP.
Henri Chopin - Audiopoems, 1971, vinyl LP
Henri Chopin - "Audiopoems", 1971, vinyl LP.

Se fino ad allora, per realizzare le sue opere sonore, Chopin aveva utilizzato i registratori a nastro magnetico da lui posseduti nel suo studio, dagli anni ’70 comincia a registrare in alcuni dei migliori studi di registrazione d’Europa, a Parigi, Stoccolma, Colonia...

Nel 1979 Jean-Michel Place pubblica a Parigi "Chopin’s Poesie Sonore International", libro che ripercorre la storia della poesia sonora, accompagnato da un’antologia in due musicassette.

Sul finire degli anni ’80 Chopin fa ritorno a Parigi e dalla metà degli anni ’90 molte delle sue opere sono state pubblicate da varie etichette discografiche.

Muore a Dereham nel 2008.



Testo tratto da:
50 e oltre. Storia di una galleria d’arte: La Galleria Cortina 1962-2013, catalogo mostra, a cura di S. Capolongo, Cortina Arte Edizioni 2013.
Rolf Semprebon - http://www.allmusic.com/artist/henri-chopin-mn0001806723